Zirvehit.info

Zirvehit.info

Come scaricare file pdf su android

Posted on Author Mekora Posted in Libri

Quando il download è completo potrai utilizzare l'app per aprire un file PDF che hai scaricato sullo smartphone. Come facilmente intuibile, il Visualizzatore di PDF di Google mette a aprire il file con un'app di terze parti; Scarica per effettuare il download del file sul dispositivo; Grazie a iBooks, è possibile leggere in modo molto semplice file PDF, sia che essi Dopo aver installato Acrobat Reader sul tuo dispositivo Android, iOS o. Adobe Acrobat Reader è uno standard globale e il più affidabile sistema di gestione dei documenti gratuito ad oggi disponibile. Puoi visualizzare, modificare​. Adobe Acrobat Reader, proprio come sul PC, permette di scaricare e leggere file PDF velocemente e in tutta comodità anche su smartphone e.

Nome: come scaricare file pdf su android
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
Licenza: Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 27.35 Megabytes

Ormai vengono utilizzati ampiamente a scuola, a lavoro, nelle attività quotidiane e in molti altri contesti. Sei pronto a cominciare? Buona lettura e buon divertimento, o buon lavoro, a seconda dei punti di vista! Non riesci a trovarla nel menu principale del tuo device?

Come facilmente intuibile, il Visualizzatore di PDF di Google mette a disposizione soltanto le funzionalità di base offerte da un qualsiasi altro lettore di file PDF: visualizzare file, copiare gli appunti, stampare, cercare nel testo etc. Come puoi notare, il Visualizzatore PDF di Google evidenzia in giallo le varie ricorrenze del termine cercato e quindi permette di individuarle tutte facilmente.

Come trovare i file scaricati su Android e su iOS

Al suo interno è possibile trovare tutti i file scaricati. Solitamente, i documenti sono organizzati in ordine cronologico, quindi dal più recente al più vecchio.

Per esempio, i documenti possono essere visualizzati in base al formato o al nome.

Se hai difficoltà nel raggiungere e lavorare su questa cartella, puoi affidarti alle app esterne. App per gestione dei file scaricati su Android Le alternative presenti su Google Play sono diverse. Questo strumento supporta il salvataggio in cloud per i servizi Dropbox, Facebook e Google Drive.

Naturalmente sono reperibili anche i file scaricati. Non preoccuparti: segui attentamente le mie istruzioni e sono sicuro che riuscirai a raggiungere questo scopo.

In particolar modo, su Android, pigia sul link che contiene un file PDF, in modo che questo venga automaticamente scaricato. Dopodiché, dal menu contestuale, fai tap sulla voce Salva su File, su iCloud Drive e pigia su Aggiungi.

In alternativa, su iOS, utilizzando sempre il browser Google Chrome e dopo aver premuto sulla voce Apri in, puoi fare tap sul pulsante Aggiungi a note e premi su Salva. È molto facile: segui attentamente le indicazioni che seguono, per essere sicuro di non sbagliare.

Le App per leggere i file PDF su Android

Su Android, una volta fatto tap sul collegamento contenente un file PDF, premi sul pulsante Completa azione con download o fai tap sulla voce Visualizzatore PDF di Drive, premendo sulle diciture Solo una volta o Sempre.

Se hai premuto sulla voce Download, il file verrà scaricato e, per visualizzarlo, ti basta premere sulla voce Apri che vedi a schermo o fare tap sul documento dalle notifiche di Android, per poi pigiare sulla dicitura Solo una volta o Sempre in corrispondenza di Apri con visualizzatore PDF di Google.

I programmi che ti ho citato sono gratuiti e alcuni di questi svolgono anche funzioni aggiuntive relative alla modifica dei file PDF. In questo caso puoi farlo, ma devi tenere a mente che vi è solamente la possibilità di scaricare libri che non sono più protetti dal copyright.

Inoltre, lo sapevi che tramite il motore di ricerca Google puoi filtrare la ricerca di un contenuto in formato PDF? Ti basta digitare il nome del file e filetype:pdf. Facile no? Autore Salvatore Aranzulla Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia.

Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero.


Articoli popolari: