Zirvehit.info

Zirvehit.info

Continue scariche di diarrea bambini

Posted on Author Zolora Posted in Musica

I rotavirus sono una causa frequente della gastroenterite virale nei. La diarrea nei bambini è uno dei sintomi che più frequentemente spingono a richiedere un consulto al pediatra. Impariamo a riconoscerla e a curarla al meglio​. I sintomi più comuni della diarrea, che variano da bambino a bambino sono: Continuo stimolo a evacuare; - Emissione frequente di feci liquide;. Diarrea nei bambini - Informazioni su cause, sintomi, diagnosi e trattamento disponibili su Manuali MSD, versione per i pazienti.

Nome: continue scariche di diarrea bambini
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza: Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 59.55 Megabytes

Diarrea cronica Le cause che possono determinare una diarrea che persiste nel tempo diarrea cronica sono: sindrome dell'intestino irritabile SII , malattia molto diffusa che interessa le funzioni motorie dell'intestino.

L'esame, di norma, precede l'esecuzione di una indagine endoscopica, chiamata sigmoidoscopia o colonscopia , in base alla parte di intestino che esplora, che consente di vedere le pareti del colon. È possibile anche effettuare piccoli interventi colonscopia operativa come la rimozione di polipi. Terapia Terapia La diarrea, di solito, termina senza alcuna cura dopo alcuni giorni, in particolare se è causata da una infezione.

Nei bambini, in genere, scompare entro cinque - sette giorni e raramente dura più di due settimane. Negli adulti, solitamente, migliora entro due-quattro giorni, anche se alcune infezioni possono durare una settimana o più. In attesa che la diarrea passi, è possibile alleviarne i sintomi seguendo alcuni accorgimenti: Bere liquidi È importante, sia per gli adulti sia per i bambini, bere molti liquidi, a piccoli sorsi, per evitare la disidratazione, in particolare se è presente il vomito.

Diarrea: sintomi, cause e rimedi contro la diarrea del viaggiatore

Le feci furono positive per il sangue occulto e negative per i leucociti, per parassiti e loro uova, per bacilli acido-resistenti e Cryptosporidia. Le colture dalle feci per germi e la ricerca dei virus furono negative; anche la ricerca della tossina del Clostridium difficile fu negativa.

Le biopsie, attraverso l'endoscopia superiore e inferiore, furono negative: era presente solo un lieve accorciamento dei villi duodenali e una rigenerazione focale delle cripte della mucosa del colon.

Non era presente alcun agente infettivo.

Quando preoccuparsi

Le prove per l'HIV furono negative. Trattamento Sulla base del quadro clinico e della risposta degli esami di laboratorio, al bambino sono state somministrate soluzioni per via venosa per migliorare l'idratazione, le alterazioni elettrolitiche e l'acidosi.

Discussione clinica Il caso riguarda una bambina di 22 mesi con diarrea cronica cioè con una diarrea che dura da più di due settimane , associata a perdita di peso; la bambina al momento del ricovero aveva subito un'esacerbazione della diarrea e della disidratazione. Questa diarrea profusa era di tipo acquoso, senza evidenti perdite di sangue e senza leucociti.

Probabilmente si tratta di una diarrea che proviene dal tenue. Quando la diarrea proviene dal colon, essa si associa usualmente a feci con sangue visibile, con presenza di leucociti. Le diarree originate dal tenue possono essere: infettive e non infettive Le infezioni includono le enteriti virali, le enteriti da batteri tossigeni, quelle da crescita eccessiva della flora anearobia, che si associa alla produzione di sali biliari non coniugati, responsabili della diarrea.

Le cause non infettive includono l'intolleranza ai cibi, soprattutto ai carboidrati, ma anche alle proteine e ai grassi.

L'intolleranza ai carboidrati si rileva facilmente misurando il pH e le sostanze riducenti delle feci o saggiando l'idrogeno contenuto nell'aria espirata, dopo carico di carboidrati. Nella deficienza di disaccaridasi congenita o acquisita, dopo un'enterite virale i disaccaridi non sono scissi e quindi non sono assorbiti a livello del tenue.

In genere con gli opportuni cambiamenti nell'alimentazione, con il riposo e facendo bere molto il bambino questo disturbo passa al massimo entro giorni, e spesso è accompagnata da febbre o vomito ; se invece dura più di una settimana è bene rivolgersi al pediatra.

Leggi anche: Non sottovalutiamo mai il bambino che lamenta di avere mal di pancia, ecco come comportarsi Diarrea nei bambini quando preoccuparsi I bambini piccoli possono disidratarsi molto rapidamente a causa della diarrea, i segni di una lieve disidratazione sono secchezza degli occhi e pianto senza lacrime, pannolini meno bagnati del solito, irritabilità e minore attività rispetto al solito, bocca leggermente secca.

I segni di una disidratazione più seria che deve immediatamente essere trattata sono pelle secca, occhi infossati, bambino letargico, mancanza di urina nelle ultime 8 ore, pelle che se pizzicata non rientra nella sua forma originaria. Possiamo dire con ragionevole certezza che l'unico rischio quando i bambini hanno la diarrea è rappresentato proprio dalla disidratazione: per questo la cura più indicata e prescritta dai pediatri consiste nel far bere molto il bambino, somministrargli fermenti lattici nelle dosi indicate, curare l'alimentazione ed eventualmente proporre soluzioni saline per reintegrare i liquidi.

Nei casi di diarrea acuta e prolungata il pediatra potrà prescrivere dei farmaci antibatterici, come gli antibiotici aminoglicosidici, perché avrà il sospetto che il disturbo sia causato da un batterio.

In relazione:SCARICHI TOCE ITALIA

E' bene chiamare il pediatra se: il bambino ha meno di 1 anno la diarrea contiene muco o sangue la febbre e la diarrea durano da più di 3 giorni il bambino appare disidratato nei bambini più grandi la diarrea non va via dopo 2 giorni il bambino vomita da 24 ore il bambino ha avuto più di 8 scariche in 8 ore Diarrea nei bambini, rimedi naturali I bambini che vengono allattati al seno vanno allattati ancora perché il late materno aiuta a prevenire la diarrea.

E' molto importante far bere il bambino: l'acqua è la bevanda ideale, mentre sono da evitare i succhi di frutta. Se il bambino ha molta sete e frequenti fenomeni di diarrea il medico potrebbe prescrivere una soluzione reidratante orale. Se il bambino mostra segni di disidratazione parlarne con il proprio medico. I fermenti lattici sono microrganismi vivi che agiscono per rinforzare i batteri che formano la flora batterica.

I fermenti lattici aiutano inoltre a rinforzare il nostro sistema immunitario, perché con una flora batterica sana e forte i germi difficilmente riescono a diffondersi. Piccole modifiche alla dieta possono infatti limitare fin da subito le scariche e agevolare la scomparsa del disturbo.

In caso di diarrea è utile assumere cibi secchi come pane tostato, biscotti, riso o pasta conditi con sughi leggeri e accompagnati da parmigiano o grana.


Articoli popolari: