Zirvehit.info

Zirvehit.info

Scarica ricevute da desktop telematico

Posted on Author Kagalrajas Posted in Ufficio

  1. Console Telematica GB
  2. Le ricevute telematiche nel Nuovo Modello
  3. Autentica ed invio del file Telematico con la Console Telematica
  4. Desktop telematico: istruzioni Agenzia delle Entrate e qualche utile consiglio

Nessuna informazione disponibile per questa pagina. ENTRATEL: Servizio telematico Agenzia delle Entrate delle ricevute relative ai documenti inviati e' sufficiente seguire i seguenti passi: a partire da pagina 3. mi aspettavo di poter scaricare le ricevute degli invii direttamente da dentro il nuovo software Desktop Telematico. Ma non vedo la funzione. Dove trovare e come visualizzare le "ricevute" dell'Agenzia delle Entrate che non troppo evidente, il sistema ci indicherà che c'è una ricevuta da scaricare. Chiudiamo quindi il sito internet e apriamo il Desktop Telematico.

Nome: scarica ricevute da desktop telematico
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
Licenza: Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 27.60 MB

Registazione col sito dell'Agenzia delle Entrate Codice PIN rilasciato dall'Agenzia delle Entrate 38 Accedere alla propria area privata del sito dell'Agenzia delle Entrate La prima cosa da fare è quella di recarsi sul sito dell'Agenzia delle Entrate, ed accedere all'area riservata. Ovviamente, se si è intenzionati a ricercare una ricevuta telematica, significa che si è già registrati sul sito dell'Agenzia e si è quindi in possesso delle credenziali per accedere al servizio.

Il sito dell'Agenzia è stato recentemente modernizzato con la suddivisione dei vari servizi fra le differenti aree tematiche. Immediatamente sotto, si trovano una serie di servizi ordinati per tipologia: bisogna cliccare su "Tutti i servizi". Si aprirà l'elenco dei servizi trasversali: bisogna cliccare su "altri servizi" bisogna selezionare "Ricevute". Poi, bisogna cliccare su "Accedi al servizio".

All attivazione della procedura di installazione viene proposta la schermata che evidenzia la fase di preparazione delle risorse da installare sulla postazione di lavoro.

Il wizard di installazione presenta una prima schermata che illustra le varie fasi della procedura di installazione dell applicazione Desktop Telematico e fornisce alcune informazioni sull utilizzo del wizard stesso.

E necessario ricordare il percorso di installazione perché in questo percorso verrà creata anche la cartella contenente l eseguibile per effettuare la disinstallazione dell applicazione. Selezionando il pulsante "Avanti", si prosegue con il processo di installazione. Viene visualizzata la schermata di riepilogo, nella quale è possibile controllare le impostazioni di installazione precedentemente selezionate.

Al termine della procedura di installazione, se tutto va a buon fine, si ottiene la seguente schermata nel caso di sistema operativo Windows. Premendo il pulsante "Eseguito", il "wizard" per l installazione si chiude ed è possibile avviare l applicazione attraverso l icona che viene creata sul desktop della postazione di lavoro.

L immagine evidenzia la situazione descritta nel caso di sistema operativo Windows.

Console Telematica GB

E' possibile avviare l applicazione del Desktop Telematico attraverso l icona che viene creata sul desktop della propria postazione di lavoro durante la procedura di installazione dell'applicazione. Dopo aver avviato il "Desktop Telematico", la prima operazione da effettuare è creare una utenza di lavoro. Tale finestra consente di inserire un nuovo utente specificando i seguenti dati: Nome utente, ovvero l identificativo dell utente che deve operare nell ambito dell applicazione Desktop Telematico.

Tale password deve coincidere con quanto indicato alla voce Password Area di lavoro utente, ovvero il percorso dell area di lavoro dell utente su cui sarà creata la struttura di cartelle di ciascuna applicazione che verrà installata successivamente all interno dell applicazione Desktop Telematico.

A seguito della prima attivazione l applicazione Desktop Telematico è priva di contenuti. Pertanto, nel caso in cui non sia stata installata alcuna applicazione, l applicazione evidenzia la seguente schermata in cui è presente la voce "Installa Software" che consente l installazione all interno del "Desktop Telematico" delle applicazioni di interesse.

NOVITÀ La selezione della funzione Novità consente all utente di evidenziare una successiva schermata nella quale è possibile visualizzare alcune informazioni inerenti l applicazione Desktop Telematico e tutte le applicazioni in esso installabili. Pertanto è necessario procedere con l installazione delle applicazioni e dei moduli di controllo di proprio interesse. Le nuove applicazioni e i moduli di controllo possono essere installati seguendo 3 diversi percorsi: 1.

In questo caso, se non è stata installata alcuna applicazione, l applicazione Desktop Telematico evidenzia la seguente schermata in cui è presente la voce "Installa Software", che consente l installazione delle applicazioni e dei moduli di interesse all interno del "Desktop Telematico". Le varie componenti software da installare sono raggruppate in specifiche categorie.

Espandendo le singole voci esposte nella lista delle componenti software da installare, è possibile verificare quali componenti risultano già installati e quali, invece, non sono mai stati installati all interno del Desktop Telematico. In particolare le componenti da installare sono caratterizzate da un icona di colore giallo, mentre quelle già installate sono contraddistinte da un icona di colore bianco.

Nella figura seguente si evidenziano i due differenti casi.

Le ricevute telematiche nel Nuovo Modello

Una volta selezionate le applicazioni da installare, oltre al pulsante "Annulla" il sistema abiliterà anche il pulsante "Avanti". Per procedere con l installazione delle componenti software scelte dall utente, è necessario premere il pulsante "Fine", altrimenti premere "Indietro" nel caso si intenda installare altri elementi non selezionati oppure premere "Annulla" per annullare l operazione di installazione. Una volta premuto il pulsante "Fine" ha inizio il processo di "download" e di installazione di tutte le componenti software specificate dall utente.

Successivamente alle operazioni di installazione, l applicazione FileInternet, l'applicazione Entratel e le altre applicazioni eventualmente installate risulteranno integrate all interno del "Desktop telematico" e saranno selezionabili mediante apposite voci presenti all interno del menù "Applicazioni". Al termine sarà effettuato il riavvio dell applicazione stessa. In caso non vengano riscontrate variazioni di software, l applicazione procederà con la richiesta di accesso.

In qualsiasi momento è inoltre possibile effettuare un aggiornamento del software, attraverso il menu Help cliccando sulla voce Aggiorna applicazione.

Il "frame" dell applicazione risulta suddiviso in diverse aree al fine di mettere sempre in evidenza all utente le operazioni che sta svolgendo. Nell area centrale il "frame" varia a seconda delle funzionalità attivate dall utente. La pagina iniziale del frame contiene, oltre al logo dell applicazione stessa, alcune informazioni di carattere generale: la data e la versione dell applicazione File Internet l identificativo dell utente che ha effettuato il login nell ambito dell applicazione il percorso dell area di lavoro liberamente scelta dall utente.

Nell area di destra del frame vengono visualizzate le pagine di help che sono attivate su richiesta dell utente. Nell area di sinistra del frame, infine, si trovano le viste relative alle cartelle: Archivio Documenti.

Di seguito vengono descritte in dettaglio le caratteristiche di tali cartelle. Nell ambito della vista Archivio è possibile eseguire alcune operazioni in modo rapido: è possibile elencare i file in ordine alfabetico, aggiornare la vista corrente oppure effettuare la ricerca di altri file residenti sotto altre cartelle.

Inoltre, attraverso la selezione diretta del singolo file doppio click del file o la selezione del file con il tasto destro del mouse, l applicazione mostrerà un menu a tendina contenente tutte le operazioni che è possibile effettuare associate alla tipologia di file indicato. Nell ambito della vista Documenti è possibile eseguire alcune operazioni in modo rapido: è possibile elencare i file in ordine alfabetico aggiornare la vista corrente oppure effettuare la ricerca di altri file residenti sotto altre cartelle.

Inoltre, attraverso la selezione diretta del singolo file doppio click del file o la selezione del file con il tasto destro del mouse, l applicazione mostrerà un menù a tendina contenente tutte le operazioni che è possibile effettuare associate alla tipologia di file indicato. Ogni documento da trasmettere telematicamente all Agenzia delle entrate deve essere preventivamente "preparato" mediante l utilizzo di meccanismi di firma, compressione e cifratura.

Per eseguire il controllo di un file è necessario effettuare i seguenti passi: 1. La funzione Autentica di Entratel consente infatti il calcolo del codice di autenticazione e la cifratura delle informazioni presenti nel file da trasmettere, in modo che le stesse siano leggibili soltanto da parte dell Agenzia delle entrate.

Autentica ed invio del file Telematico con la Console Telematica

L operazione è obbligatoria: un file telematico non autenticato e trasmesso comunque dall utente sarà scartato immediatamente al momento della ricezione da parte del servizio telematico Entratel. Se in fase di autenticazione il file risulta già firmato con un certificato diverso da quello rilasciato dall Agenzia delle entrate, l operazione di autenticazione non prevede la creazione del codice di autenticazione in quanto già presente all interno del file.

Nell ambito della funzione "Autentica" del menu "Documenti" sono disponibili due opzioni: o Singolo file, che consente l autenticazione di un file alla volta o Più file, che permette l autenticazione di più file purché siano stati precedentemente controllati.

Per eseguire l'autentica di un file è necessario effettuare i seguenti passi: 1. Si ricorda che effettuando l'impostazione del percorso del supporto di registrazione tramite la funzione "Preferenze" del menù "File" non sarà più necessario ripetere l'operazione successivamente in quanto l'applicazione proporrà, ogni qualvolta sia necessario, il percorso già memorizzato. In particolare è necessario indicare il codice IBAN, composto da una stringa di 27 caratteri 6.

Tali informazioni verranno, comunque, registrate in un file di log e potranno essere consultate in qualunque momento mediante l'apposita funzione Storico del menù "Strumenti". Da notare che l'apposizione del codice di autenticazione, mediante la funzione di autentica del file, è obbligatoria.

Solo dopo aver effettuato tale operazione, il documento elettronico potrà essere trasmesso in via telematica all'agenzia delle Entrate. In fase di controllo dei file effettuato con il software di controllo dell Agenzia delle entrate, il sistema crea il file controllato, che ha estensione '. Specificare i criteri di ricerca riepilogo degli invii, lista dei file inviati, ecc. Se nella pagina, nella colonna "Ricevute", compare una cartellina gialla, è possibile scaricare il file di "ricevute autenticato" sulla propria postazione, nella cartella Ricezione.

Per visualizzare in chiaro e stampare le ricevute contenute nel file compresso e cifrato con estensione ". Infatti se viene richiesta la visualizzazione o la stampa di un file di ricevute autenticato con estensione ".

A questo punto eseguire le seguenti operazioni: scegliere il file di ricevute con estensione.

Desktop telematico: istruzioni Agenzia delle Entrate e qualche utile consiglio

Questo è un file firmato con il certificato elettronico del servizio telematico. Si precisa, inoltre, che l'operazione di elaborazione della ricevuta produce sempre due file di ricevute: uno in formato ". Il software Stampa modello 730-4 consente la stampa, mediante la creazione di documenti in formato pdf, dei dati contenuti nei modelli 730-4 del relativo anno d'imposta, resi disponibili ai sostituti d'imposta ovvero agli intermediari da questi incaricati da parte dell'Agenzia delle entrate.

A partire dall'anno modello 2013, ciascun documento pdf prodotto dall'applicazione contiene i dati relativi ad un numero massimo di 500 modelli 730-4. Pertanto, nel caso di file con un numero maggiore di mod 730-4, verranno predisposti più documenti pdf ciascuno con al più 500 mod. Il software Stampa 730-4 2014 utilizza una nuova tecnologia di distribuzione dei software basati su Java che consente all'utente di usufruire delle applicazioni direttamente dal web.


Articoli popolari: